cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

lunedì 30 gennaio 2012

Pasta 'ncasciata

Chiunque si sia cimentato nella lettura dei libri di Andrea Camilleri conosce a memoria i piatti preferiti del suo personaggio più famoso, il commissario Montalbano. Non credo che la Sicilia avesse necessità che uno scrittore ricordasse alcuni piatti tipici, ma... ma quello che più mi piace di Camilleri è che racconta di piatti quotidiani, che saranno familiari ai siculi, ma per lo più sconosciuti ai turisti! Perchè si, certi piatti, forse i più buoni, quelli che i ristoranti non ti propongono - troppo impegnati a rivedere, rivisitare, fare il lifting a ricette tipiche - si consumano solo dentro le case: quindi o sei siculo o continuerai a leggerli solo sui libri di Camilleri, cercando di immaginarne il gusto, l'aspetto! Oppure trovi una ricetta e la prepari a casa tua!:-)

La pasta 'ncasciata è la classica pasta al forno della domenica. Il profumo del sugo aveva già inondato casa alle 9 del mattino... arrivavi a pranzo che eri già sazia, anche se... diciamola tutta.. ogni tanto ci si rimpinzava - non visti - di pane di semola che potevi "inzuppare" nel sugo ancora caldo... che bontà!!!! I siculi come me, leggendo la ricetta che andrò a descrivere avranno sicuramente da dire che la nonna, la zia, la mamma mettevano anche questo, ma non quest'altro, e credo sia lecito! Tutti noi, quando cuciniamo, mettiamo una parte di noi stessi. Il piatto che portiamo in tavola parla di noi: basta portarlo alla bocca e si capisce se è preparato con amore (sempre citando Camilleri!).
Così la pasta 'ncasciata a seconda di chi la prepara ha personalità oppure è fatta ... tanto per farla! E' ricca o semplice (per modo di dire!). L'unica cosa che vi posso dire è che può essere considerato un piatto unico.
Una delle caratteristiche che condividono sicuramente tutte le ricette delle varie zone della Sicilia è l'utilizzo delle uova sode, dei piselli e della carne a pezzi (al posto del macinato). Per una  versione di sugo più ricca si possono utilizzare anche salsiccia - rigorosamente sicula, con semi di finocchio e carne tagliata a pezzetti, meglio se a punta di coltello - e polpette. Questa in realtà è la versione che preferisco. Per condire la pasta invece si può utilizzare anche salame e, d'estate, aggiungere le melanzane fritte. 
Questo sugo veniva preparato anche al solo fine di avere il condimento per la pasta e poi utilizzare la "carne nel sugo" come secondo. In questo caso al sugo si aggiungevano anche le patate per avere anche il contorno.
Ognuno di voi potrà scegliere la versione che più preferisce e farla propria!:-) 


La pasta 'ncasciata assumeva un significato particolare quando il cibo di tutti i giorni era più "povero" e la carne si mangiava una volta alla settimana o, andando ancora più indietro negli anni, forse una volta al mese: necessariamente quindi si aveva voglia di renderla  ricchissima. Oggi, che mangiamo bene più o meno tutti i giorni, che incameriamo più calorie di quelle che ci sono realmente necessarie, la pasta 'ncasciata è un piatto troppo ricco per concludere la settimana... quindi serve l'occasione giusta! 
E allora quale migliore occasione se non rifarla per il mio compleanno?

Vi racconto la ricetta che ho preparato ieri.....


Ingredienti per 6 porzioni:

450 gr di carne da sugo (io ho usato la scottona)
150 gr di piselli surgelati
1 carota
sedano
1/2 cipolla rossa
400 gr di polpa di pomodoro (meglio se fatta in casa)
50 gr di prosciutto cotto a fette
100 gr di vino rosso
olio evo

parmigiano grattugiato
250 gr di mozzarella
2 uova sode
pan grattato

350 gr di pasta formato Cataneselle

Preparare il sugo.
Fare scaldare un tegame e mettere la carne, facendola "asciugare" da tutte la parti. Se rilascia acqua attendete che evapori. Sfumate col vino. Aggiungere un trito di odori - carote, sedano e cipolla, i piselli e l'olio (non siate avari di olio, è uno dei segreti per avere un buon sugo!) e soffriggere a fiamma media per alcuni minuti. Quindi aggiungere la polpa di pomodoro e allungare con 150 gr di acqua. Salare e lasciare cuocere almeno 1 ora. Quando il sugo è quasi pronto mettete l'acqua per la pasta. Quando bolle buttate la pasta e fate cuocere per il tempo richiesto meno 4-5'. Togliete la carne dal sugo e tenetela da parte. A quel punto mettete la pasta nel sugo e continuate a cuocere nel sugo per un paio di minuti: è sufficiente per amalgamare i due ingredienti. 
Accendete il forno a 200°. Con metà della pasta fate uno strato in una teglia da forno.Coprite con parmigiano, mozzarella tagliata a tocchetti, carne sfilettata, prosciutto e le uova sode a tocchetti. Coprite con la parte rimanente, coprite ancora con parmigiano, mozzarella e carne. Finire con il pan grattato e un filo d'olio. Mettere in forno per circa 20' o finché non vedrete che la pasta sopra tende ad abbrustolirsi. 
Lasciate riposare in forno almeno 10-15' prima di servire. 


'Ncasciata penso derivi dall'utilizzo di questa parola nel senso di "assesstata". Quindi questa pasta, pur non avendone necessariamente la forma, deve avere tuttavia la stessa consistenza di un timballo.
Il segreto della pasta 'ncasciata è l'utilizzo della pasta liscia - se non trovate le cataneselle potete utilizzare i sedani lisci, ma i sedani come formato vanno bene anche rigati. Con altri formati non avreste lo stesso risultato. 

In ogni caso è un esperienza da non perdere................ 
  

6 commenti:

  1. questa la devo provare!!
    Sei un fenomeno in cucina... bravissima!

    Isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti! Fammi sapere quando la provi!:-)

      Elimina
  2. Bellissimo questo tuffo nella tradizione.
    Mi ricorda la pasta al forno che si mangiava a casa mia, in Puglia, con mio padre che il sabato faceva le polpettine e le friggeva allineandole incredibilmente uguali di misura e tanto allettanti che il giorno dopo nella pasta ce n'erano proprio pochine :)))
    Pubblicherò quella pugliese per un confronto fra terrone!
    un bacio

    RispondiElimina
  3. Della serie "toglietemi tutto ma non la pasta 'ncasciata!". Io l'adoro e tu l'hai preparata divinamente!Brava!

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...