cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

giovedì 19 luglio 2012

Menta e Limone e quel pomeriggio di 20 anni fa!

Ci sono delle cose che succedono nella nostra vita, legate a emozioni forti, che te li ricordi per sempre, ti ricordi dov'eri, cosa stavi facendo e rivivi quei momenti tutte le volte che ci ripensi, lo stesso stato d'animo. E se quel momento diventa un anniversario... 

Per questo me lo ricordo come fosse adesso. 
Quel caldo pomeriggio d'estate l'avevo trascorso al mare e al mio rientro un gruppetto di persone davanti casa stavano commentando l'accaduto, increduli, rassegnati che nulla sarebbe cambiato mai!

Quel giorno di 20 anni fa avevano fatto saltare Paolo Borsellino e la sua scorta e anche io nel mio piccolo voglio qui ricordarlo, da cittadina di questo disperato paese, e da siciliana. 

La Sicilia purtroppo, ha troppi anniversari da ricordare: tanta gente fatta fuori per aver alzato la testa, per aver sognato una società diversa, per avere amato troppo la propria terra. 
Ognuno nel suo piccolo è stato un eroe, perchè ci vuole coraggio a fare certe scelte, perché sanno che stanno rischiando la loro vita, tutti i giorni. E sono spesso lasciati da soli! Da tutti. Dalla gente per cui combattono per offrire una società migliore, allo Stato che difendono e in cui credono, sempre e comunque. 


Dopo Falcone, Borsellino. Non avevi finito di leccarti le ferite che ti ridavano addosso, sempre più tenaci nel voler far perdere la speranza a tutti i siciliani coraggiosi, onesti, che in queste persone si riconoscevano. Senza comunque riuscirci, per fortuna! 
LORO sono i più forti. Ma loro chi? 
La domanda continua a tormentarci anche in questi giorni....
  
Si voleva chiudere un'epoca, eliminando personaggi scomodi, per aprirne un'altra. 

Nel ricordare Borsellino mi scuserete se "inquino" questo post suggerendo una bevanda da preparare in queste calde giornate d'estate,  ma l'associazione è d'obbligo e ve ne spiego i motivi. 


E' una bevanda che ho apprezzato nell'Hotel in Val Luson, dove abbiamo trascorso qualche giorno dopo Legoland.

Una bevanda che ho voluto rifare a casa, semplicemente riempiendo una brocca d'acqua e lasciando in immersione per almeno 5-6 ore, mezzo limone tagliato a fette e una decina di foglie di menta, che ho preferito spezzare a metà - mi sembrava che così profumassero di più. 

A ripensarci, di questa bevanda ne avrei avuto bisogno proprio in quel lontano caldo pomeriggio di 20 anni fa,  per lavare via quell'odore di sangue della mia terra che mi sentivo dentro le narici. 
Un bicchiere fatto di acqua - quale bene più prezioso si può immaginare? - dei limoni siciliani, profumati e aspri al punto giusto, che adoro e che hanno accompagnato sempre le mie merende da bambina; e la menta profumata che lascia il suo adorabile retrogusto.

Ripensando alle caratteristiche di questi due ingredienti non posso che associarli a questa situazione. 
Perché la menta, tra le molteplici proprietà, è indicata per chi ha problemi di digestione (e ce ne vuole a digerire certe cose!), insonnia, debolezza generale, e favorisce le funzioni biliari; mentre il limone è un antisettico e battericida, valido per chi ha poche difese immunitarie oltre ad essere rinfrescante, disintossicante, calmante. Ha un'importante azione alcanilizzante e depurativa ed è indicato per chi desidera depurare il sangue e migliorare la propria salute.  


Dunque, se potessi, ubriacherei la Sicilia di questa bevanda per aiutarla a "depurarsi" e "rimettersi in salute" perchè non avesse più bisogno dei suoi piccoli, grandi "EROI".


Per questo l'ho voluta fotografare in un calice da vino; per questo la tovaglia che ricopre il tavolo è volutamente rossa, come l'agenda di Borsellino mai ritrovata. 

Non posso poi che rallegrarmi per il ritorno a casa di Rossella Urru, che ci ha tenuti col fiato sospeso per 9 mesi. Almeno questa, una buona notizia. 




Le informazioni nutrizionali degli ingredienti utilizzati per questa bevanda mi sono state gentilmente fornite dalla Dr.ssa Antonella Eutropi, Biologa e Nutrizionista.

Alla prossima!



















2 commenti:

  1. Bellissimo post Maria Luisa... sono orgogliosa di essere stata lì quando c'era quella bevanda semplice sul tavolo... orgogliosa di aver preso parte in qualche modo a quel "drink ideale" che commemorava due grandissime figure dei nostri tempi. Paolo e Giovanni: il limone e la menta... l'acqua siamo tutti noi! Grazie a te Maria Luisa

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, l'acqua siamo noi!:-) grazie Paola.

      Elimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...