cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

mercoledì 13 febbraio 2013

Tortellini in brodo


Magari non vi sareste mai aspettati che una sicula - quale sono - avrebbe pubblicato la ricetta dei tortellini:-) Invece i miei dieci anni trascorsi a Bologna mi hanno fatto innamorare della cucina Emiliana e Romagnola e continuo a riproporla tutte le volte che ne ho l'occasione. 
Durante i miei anni all'Università, durante i quali ho sempre lavorato per mantenermi fuori casa, ho lavorato per 3 anni in un ufficio in via Caprarie - per chi non fosse pratico è una via centrale proprio sotto le Due Torri - proprio sopra Atti, uno dei più famosi forni di Bologna - insieme a Tamburini - e non potete immaginare il profumo che veniva su verso le 11.00 del mattino. Tutto ottimo tranne i prezzi, per noi universitari proibitivi! Il pane di semola tipo Altamura costava a 8.000 lire al kg.... per darvi un idea. E anche Tamburini mostrava in bella mostra tortellini fatti a mano a 45.000 lire al kg... 


E allora bisognava ingegnarsi, provare a recuperare la ricetta e cercare di farli a casa. E la ricetta saltò fuori quando il gruppo di donne - una decina - che lavoravamo nel medesimo ufficio, decidemmo che ogni venerdì, alle 18.00, ci saremmo ritrovate in ufficio e a turno portavamo qualcosa da "degustare", quello che ci riusciva meglio, quello che avremmo voluto condividere con le altre. E potete immaginare di cosa si poteva parlare durante questi incontri... di ricette! 
E fu proprio in una di quelle occasioni che mi fu fornita la ricetta dei tortellini. 
Provai a farli e a rifarli, ma è chiaro che bisognava avere tempo a disposizione e tecnica... 
Adesso li preparo per le occasioni speciali. 
Complice mia suocera - marchigiana - che prepara i cappelletti di cui i miei figli vanno ghiotti - avevo promesso ad Alessandro di prepararli per il suo compleanno!

 

La coincidenza ha voluto anche che un'amica che tengono qualche gallina per le uova, mi telefona qualche giorno prima per chiedere se volevo un galletto. 
Così ho preparato il brodo e quindi i tortellini, di cui vi lascio qui la ricetta. 

Ingredienti per circa 700 tortellini.

Per il brodo trovate la qui (insieme alla ricetta dei bastoncini di pollo da preparare col bollito).

per la pasta all'uovo:
400 gr di farina 0
4 uova
1 cucchiaio abbondante di olio evo

per il ripieno:
250 gr di carne senza nervetti tra maiale e manzo
70 gr di mortadella di buona qualità, senza pistacchi (va bene anche un fondino)
70 gr di prosciutto crudo
80 gr di parmigiano reggiano
noce moscata

Preparate la pasta come fate normalmente. 
Io la preparo col Bimby. Mettere tutto nel boccale: 2' vel. spiga e mettere a riposare 15'. 

Preparate quindi il ripieno.
Sempre col Bimby, grattugiate prima il parmigiano e tenete da parte. Tritare la carne insieme al prosciutto e alla mortadella: 30'' vel. 5-6. Aggiungere il parmigiano e la noce moscata: amalgamare a vel. 3-4, antiorario, per 10''. 
Il ripieno lo potete preparare anche un po' prima e farlo insaporire per qualche ora. 

Aggiungo che qualcuno fa cuocere la carne per alcuni minuti, quindi se preferite potete utilizzare anche questa alternativa, tagliando a tocchetti la carne e cuocerla direttamente nel boccale del Bimby per 5-7', a Varoma, antiorario. Lasciare raffreddare e procedere a tritare insieme ai salumi. 

Prima di iniziare a stendere la pasta vi consiglio di preparare le palline di ripieno che andranno dentro al tortellino, in modo da non perdere molto tempo quando andrete a chiudere e la pasta non si secca. 
Quindi stendete la pasta un po' per volta - col matterello o con la macchinetta. Se utilizzate la macchinetta l'impasto finale dovrà essere steso al penultimo foro. 
Tagliate la pasta formando dei quadrati massimo di 2x2cm. 
Coprite sempre la parte non utilizzata con un tovagliolo pulito e inumidito. Se fate delle strisce lunghe da tagliare tenete un panno anche sulla parte che andrete a prendere per ultimo, in modo che l'impasto mantenga sempre l'umidità e non si rompa quando andate a formare il tortellino.


Nella foto ho cercato di farvi il passo passo. Spero vi sia di aiuto. Una volta pronti potete cuocerli immediatamente oppure congelarli. Considerate 70-80 tortellini a persona. 
Quando avete preso la mano andrete velocissimi...... 
E che soddisfazione mangiare un piatto di questi tortellini in queste giornate fredde! Sono proprio l'ideale!:-) 
Naturalmente Alessandro è stato felicissimo, lui che non ama molto mangiare, ma sui tortellini in brodo si fionda sempre volentieri. 


La festa è continuata con i compagnetti e gli amici durante il week end! 

Alla prossima! 
Maria Luisa:-) 









5 commenti:

  1. Mariii sono perfetti! Davvero bellissimi!! :D Anche tu Università a Bologna? Conosco bene quella via :D Non farmici pensare che il mese prossimo ho un esamone gigantesco e non ho ancora aperto libro..! Un abbraccio a te e al tuo piccino dolcissimo! TVTB!

    RispondiElimina
  2. Un giorno li facciamo insieme senza glutine?
    I tortellini in brodo sono uno dei miei piatti preferiti in assoluto!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia, ma sei bravissima!!!
    Non ci ho mai provato, immagino il tempo e la pazienza, oltre alla capacità, che occorrano.

    Auguri al tuo ometto sarà stato felice di mangiarli, il mio li adora!!!

    RispondiElimina
  4. mamma mia che brava che sei! sono talmente perfetti e precisi che ti darei l'oscar per il tortellino più bello!!! chissà come era felice il piccolo ometto!!!

    RispondiElimina
  5. Vedo che stai meglio, questi tortellini sono perfetti, io non li ho mai preparati perchè so fare bene i cappelletti, la mia complice invece è una mia zia di Fano, ma appena posso voglio provarci, sono un po' più complicati da chiudere.
    Buone anche le caramelle fritte qui sotto, mooooolto invitanti con quel ripieno.
    A presto, un abbraccio.

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...