cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

domenica 24 febbraio 2013

Red Velvet Cake per l'MTC di Febbraio



Potevo mancare l'appuntamento con l'MTChallange di Febbraio con questa fantastica torta di Stefania? Nooooooooo! 
Da quando ho cominciato a partecipare a questa "challange" - vedi qui, qui e qui - mi sono sempre divertita molto. Non solo è una sfida perchè le preparazioni non sono semplici, ma è meraviglioso vedere quanti modi di reinventarsi un piatto ci possono essere. E tutto dipende dalla nostra fantasia. Consiglio a tutti, sia ai food blogger che non conoscono questa sfida, sia a semplici lettori in cerca di idee o ricette da preparare, di dare un'occhiata e scoprire un mondo intorno alla medesima preparazione. 

Certo, stavolta con la vittoria di Stefania, la sfida è stata doppia: preparare una torta si, ma senza glutine. Doppia sfida si, soprattutto perchè ci ha dato la possibilità di scoprire che non è così difficile preparare un dolce da portare a casa di un'amica celiaca, o anche se siamo noi ad invitarla e ti trovi di fronte al dilemma.... oddio adesso cosa preparo?????? 


Ed ecco invece un'idea favolosa! Siore e siori, questa torta, oltre ad essere bella da presentare è adatta anche ai celiaci. Semplicemente meravigliosa!

La terza sfida lanciata da Stefania è stata quella di preparare la torta indossando i tacchi.... mi scuserai Stefania, ma il mio 35 scarso, quasi 34, non mi permette non solo di indossare, ma di trovare scarpe col tacco del mio numero. Inoltre ho il piede fino e questo fa si che anche trovandoli - quando succede per puro caso - devono avere anche laccetti alla caviglia, non avere la pianta larga etc etc... altrimenti il piede mi scivola via... Insomma, hai capito, c'ho rinunciato!:-) 



La base con tutte le indicazioni del caso sono indicate da Stefania, che vi riporto qui per comodità: 


Ingredienti:
160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Le Farine Magiche Lo Conte, Pedon, Rebecchi)
60 gr di fecola (Cleca, Pedon, La Dolciaria, Sma & Auchan)
30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (Venchi, Easyglut, Pedon, Olandese
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie (io uso quelle bio codice 0, ma non è rilevante ai fini della celiachia)
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio
Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco, facendo attenzione a versarlo subito nell'impasto (altrimenti ve lo troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto dello stuzzicadenti!)
Lasciate raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni) per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare, quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo per diverse ore (io l'ho lasciata tutta la notte). In questa maniera sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando se ne ha bisogno.

per la farcia:

250 gr di mascarpone
330 gr panna
40 gr di zucchero a velo fatto in casa
pistacchi non salati interi 
40 gr di cioccolata fondente
per guarnire:
visciole in zucchero 


Ho proceduto come indicazioni di Stefania per la preparazione della base. Ho cotto un po' più della metà in una teglia 20, posizionando la teglia sul piano medio-basso del forno, a 175°. 

Con il resto ho preparato una base sottile di cui vi darò notizia più avanti:-)


Per la preparazione della torta. Preparate lo zucchero a velo. Io lo preparo nel Bimby, 10'' vel. 8-9. Montare la panna con lo zucchero (io sempre nel Bimby posiziono la farfalla e verso a filo la panna facendo andare a vel. 3-4 finché non monta). Lavorare con una forchetta il mascarpone e aggiungerlo delicatamente alla panna, fino a che non saranno ben amalgamati.

Tagliare la torta in tre dischi, rifinite se necessario l'esterno. 
Mettere il composto in una sac a poche. Coprire il primo strato e coprire con pistacchi tritati. Posizionare il secondo disco, coprire con un altro strato di crema e spolverare con cioccolata tritata a mano. Posizionare l'ultimo disco, coprire con la restante crema e decorate a piacere con pistacchi, cioccolata e qualche visciola. 


E con questa Red Velvet Cake partecipo all'MTChallange di Febbraio: 



10 commenti:

  1. Hai proprio ragione quando dici che la sfida ci mette a confronto con una infinita varietà di modi di fare la stessa cosa, insegnandoci la base di quella cosa, e questo è il bello di questo challenge!
    Ti ringrazio per aver partecipato e con questo spirito, cucinare gluten free non è la fine del mondo, è più difficile cucinare sui tacchi! :D
    La farcia , con i pistacchi, mi cattura... i pistacchi rappresentano la nostra terra, quindi sono di parte! ;)

    RispondiElimina
  2. bella sfida, belle torte viste in giro, la tua è fantastica!!!!!! auguri!!!!!!

    RispondiElimina
  3. In questa tornata di gara abbiamo tutte cuoche altissime e tres chic , con tutti questi tacchi a spillo :-)))))
    Ma la bravura quella non cambia: bellissima la tua torta Maria Luisa, perfetto il mix per la farcia e gradevolissima la presentazione.
    Grazie mille
    Dani

    RispondiElimina
  4. E' semplicemente.. bellissima. Non ho parole, curata in ogni minimo dettaglio e dolce come te. Complimenti di vero cuore, cara. Davvero. :) TVTB!

    RispondiElimina
  5. mammamia ne sto vedendo di bellissime!! complimenti cara, con o senza tacchi a spillo hai fatto un gran lavoro! buona domenica, un abbraccio :-X

    RispondiElimina
  6. Hai vinto la sfida!!! Una red velvet cake meravigliosa! Vorrei tanto affondare una forchettina in una fetta! Sicuramente i celiaci saranno felici di questa iniziativa!*_* Un bacio grande!

    RispondiElimina
  7. ce l'hai fatta!!!
    E' bellissima e ora puoi anche invitarmi :)

    RispondiElimina
  8. * Una fetta la mangerei proprio volentieri ;-)))
    * Grazie per essere passata da me... aspetto con impazienza i link delle tue ricette da aggiungere alla mia raccolta
    Tante serene e gioiose giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  9. ah ah allora con il tuo piede devi rifornirti negli stessi negozi della Littizzetto! Le visciole ci stanno benissimo secondo me!

    RispondiElimina
  10. Wow... stupenda! Quasi un peccato assaggiarla... se non fosse che è irresistibile! Complimenti!!

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...