cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

martedì 5 giugno 2012

Gelato fior di latte e fragola

Alzi la mano a chi non piace il gelato! 
Io ho un ricordo piuttosto nitido di quello che è stata la scoperta del gelato da bambina. 
D'estate andavamo al mare quando arrivavo in parenti dalla Svizzera, e lì, verso le 6 del pomeriggio, tutti seduti all'ombra davanti casa di nonno, ad aspettare don Nicolino con l'ape attrezzata con i gelati: che fantasticheria! 
Quando avevo 7 anni siamo proprio andati a vivere al mare. A meno di 20 mt da casa, dal lato opposto della strada, l'unico bar-pasticceria - allora! - del paese! Che fortuna! 
Non giravano tante auto, si andava per lo più a piedi o in bici, al massimo col motorino e i profumi anche più tenui si potevano sentire nell'aria. Per questo, quando arrivava la primavera, il primo caldo, mi piaceva stare fuori sul balcone a leggere un libro o ad ascoltare musica con dediche sulle radio private che in quegli anni impazzavano su tutto il territorio. E, siccome anche il gelato allora era "stagionale" si preparava solo quando il proprietario - don Nunzio - decideva che era abbastanza caldo. 
Non sò come, ma io da casa mia potevo sentire il profumo della panna montata. E quando erano le 5 del pomeriggio era l'ora del gelato! Che bontà! Non potevi farne a meno.... 

Il gelato in quel bar lo fa adesso il nipote, continuando la tradizione del nonno. Un gelato artigianale, che poco ha a che fare con i gelati industriali che servono nelle gelaterie, che subito averlo mangiato hai bisogno di bere un bicchiere d'acqua. 

Se ne trovano veramente pochi e spesso sono anche poco apprezzati. 
Così io, nel mio piccolo, mi attrezzo per farli a casa. Ricetta e dosi mie - dopo varie prove - i miei figli hanno deciso che questo era il più buono dei gelati che avessero mai assaggiato. 



Ingredienti per circa 900 gr di gelato

250 gr di panna congelata
350 gr di latte intero congelato
150 gr di zucchero
150 gr di fragole congelate
2-3 gocce di vaniglia
qualche pistacchio per decorare

Anche in questo caso utilizzo il Bimby. 
Mettere lo zucchero nel boccale e polverizzare: 15'' vel. 8-9. 
Aggiungere il latte e la panna congelati + la vaniglia: 20" vel. 6-7, 20" vel. 4.
Se rimane qualche tocco di latte o panna congelata proseguire finché non si è completamente amalgamato. Mettere da parte la metà del gelato in freezer - io riutilizzo i contenitori di polistirolo che danno acquistando il gelato in gelateria - mentre al resto del gelato aggiungiamo le fragole: 20" vel. 5-6. Avete così il gelato fragola e fiordilatte pronti. Tenete in freezer in modo che raggiungano la giusta consistenza - anche se normalmente quello alla fragola è piuttosto denso, pronto per essere mangiato. 
Servite guarnendo con pistacchi tritati. 


Con questa ricetta partecipo al contest "L'albero goloso" ideato da Samaf di Dolcizie...le mie delizie:


e al contest "La fragola vien mangiando" ideato da Isabella di "L'amore in cucina": 


Alla prossima!:-)

3 commenti:

  1. Ottimo abbinamento! Deve essere buonissimo!

    RispondiElimina
  2. Buonissimo il gelato, farlo in casa è una grande soddisfazione!! Grazie per aver partecipato al mio contest!!! :D

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...