cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

mercoledì 28 novembre 2012

Gingerbread, profumo di zenzero e cannella. Ed è già Natale! (+ ricetta della ghiaccia reale)



Vi avevo già postato la ricetta qui. Ai bambini piacciono talmente tanto che li rifacciamo anche quando non c'è più l'albero di Natale. 

Personalmente, la prima volta che li assaggiai me ne sono innamorata! 
La prima volta che li ho preparati a casa, la casa ha profumato di zenzero e cannella per tutto il tempo che sono rimasti in giro come decorazioni natalizie. 

Mi scuso in anticipo per le foto che posterò. Ma erano fatte solo "per ricordo". E il "ricordo" è diventata storia, perchè oggi posso vedere come si sono evolute le mie decorazioni. 

La prima volta che li ho fatti è stato a Novembre del 2009. Riccardo 4 anni, Alessandro 2 anni e mezzo. Ho deciso quell'anno di preparare i biscotti allo zenzero al posto del solito calendario dell'avvento. 

2009
Un lavoro pazzesco! Le palline di zucchero sono messe ad una ad una sull'impasto prima di essere infornato, scelti colore per colore in mezzo alla mischia! Stessa cosa vale per i biscotti decorati a destra. Sia gli omini che la maggior parte del resto dei biscotti sono stati cotti inserendo uno stuzzicandenti nell'impasto per creare il buchino che avrebbe permesso di appenderli. 
Gli omini-calendario li avevamo appesi alle finestre!!!

Non nutrivo grandi speranze: immaginavo che al primo assaggio i bambini li sputassero e per questo ne avevo fatto solo uno. Invece con mia grande sorpresa ho dovuto mettere i giorni in cui mangiava il biscotto Riccardo e quello che mangiava Alessandro. Si svegliavano con il pensiero di mangiare il proprio biscotto e avevano anche imparato a rispettare il turno dell'altro. 

Poi l'hanno successivo mi sono attrezzata meglio e ho decorato più velocemente con la ghiaccia! 

2010
Devo dire che è andata molto meglio ed ero molto soddisfatta del risultato. Molti di questi sono diventati decorazioni per l'albero, segna posto per il giorno di Natale, chiudi pacco, regali per i compagnetti di scuola e per le maestre.... peccato non averli fotografati tutti! 


2010
Non abbiamo rifatto il calendario. In compenso i biscotti appesi a portata di mano di bambino li trovavo spesso addentati... come fosse passato un topolino!!! Avevamo anche fatto le casette per il presepe... anche quelle ogni tanto venivano morse sul tetto, o staccata la porta....o diminuivano proprio!  

Poi lo scorso anno sono andata sul "delicato". Mi scuso ulteriormente per le foto, fatte di fretta perchè le avevo portate, appena finite, in un locale qui ad Albano - Le Bioalchimie - per un evento. 






2011
Mi sono anche avventurata nella costruzione di una casetta, avendo finalmente scoperto quale deve essere la giusta consistenza della glassa. A parte alberelli e stelline, tutte le altre formine, dagli omini, alla casetta in 3D alle casette decorate sono tutte fatte a mano da me. 


Questo mi permette di inventare qualsiasi forma, compresi questi dolcetti che avevo ripreso da un lavoretto a punto croce fatto alcuni anni fa. 


2003
2011

Tutti gli anni quelli più belli si fa fatica ad addentarli. E rimangono lì. E spesso mi è capitato di metterli in un sacchetto e lasciati insieme alle decorazioni di Natale. Vi dico.... pensavo di trovarli ammuffiti, invece apri il sacchetto l'anno dopo e sono intatti, profumano di zenzero e cannella e puoi anche riappenderli. 


Importante: per fare le decorazioni e per le casette vi consiglio di mettere solo un pizzico di lievito o anche nulla, così rimangono piatti e non si deformano lievitando. Per farli da mangiare è meglio usare cannella in stecca e zenzero secco da tritare. Sono più profumati. Mentre per fare i biscotti come decorazioni va bene anche in polvere - stessa quantità. Più che altro perchè è più economico. 

Vi lascio qui anche la ricetta della ghiaccia.

Ingredienti: 
250 gr di zucchero a velo
20 gr di albume
10 gr di succo di limone

La preparo col Bimby. Preparate lo zucchero a velo, meglio se 100 gr per volta: 20' vel. 10. 

Aggiungere l'albume e il limone. 20 minuti vel. 2-3. 
Si, non avete capito male, 20 minuti. 
La ghiaccia deve essere lavorata a lungo e la consistenza che deve avere alla fine è come quella del dentifricio. 
Quindi coloratela a piacere secondo necessità, preferibilmente con coloranti in gel. 

Lavori in corso per quelli di quest'anno!:-) 

Alla prossima!
Maria Luisa:-) 

6 commenti:

  1. Tesoro.. credo sia la particolarità di questi biscotti.. sai, l'idea che ci fossero chiodi di garofano e spezie molto forti mi faceva un po' dubitare invece il sapore che ne esce è divino!! Sono bellissimi, uno più luminoso dell'altro! Un vero incanto natalizio, amica mia! E dai un bacio, forte forte.. a quei topolini che rosicchiano casette! :D Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  2. ma che splendida produzione biscottifera, sono tutti meravigliosi, complimenti per la bravura e la pazienza!

    RispondiElimina
  3. Lavori stupendi e gradevoli bontà!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Ma che gran lavoro!!! ma che bella soddisfazione!

    sai che non ho mai provato a fare la ghiaccia con il bimby??

    RispondiElimina
  5. Qui si respira già aria di Natale ;)
    Complimenti, sono uno più bello dell'altro!

    RispondiElimina
  6. Ciao , ti aspetto sul mio blog, c'è un riconoscimento per te :)

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...