cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

venerdì 21 febbraio 2014

Churros


Purtroppo per me ho visitato la Spagna sempre solo come piccola sosta..... e non va bene! Bisogna recuperare al più presto! 
Anche perchè dopo questi dolcetti, visti sul blog di Martina
mi è proprio tornata la voglia di andare a scoprire questo paese meraviglioso 
e di gustarne tutte le prelibatezze gastronomiche. 


I churros saranno pure cibo di strada, ma io che sono siciliana, il cibo di strada lo adoro... sarà, si, che abbiamo molto in comune con gli spagnoli... ma me ne sono subito innamorata! Appena visti, non vedevo l'ora di farli, potevo già sentirne il sapore. E finalmente li ho fatti e li condivido con tutti voi. 


Provateli subito, questo è il periodo giusto per le fritture no? 
A carnevale tutto è permesso. 
E accompagnate con cioccolata calda! 
Nel mio caso, ho saltato perchè erano le nove di sera e marito e figlio grande li hanno mangiati come snack guardando la partita - giustappunto Milan-Atletico Madrid... 
e con i churros chi poteva vincere???? 
ma capite che per me, da siciliana, è più facile preparare cibi spagnoli che cibi milanesi, 
senza nulla togliere alla bontà dei piatti tipici lombardi... 


Ingredienti: 
300 gr di acqua
40 gr di burro
una scorzetta di limone
200 gr di farina 00
1 cucchiaio di zucchero
1 uovo grande
1 pizzico di sale

olio di arachidi per friggere
zucchero semolato per ripassarli a fine frittura

Queste preparazioni le faccio sempre col Bimby, anche perchè questo impasto è tipo la pasta choux. Quindi metto nel boccale l'acqua il burro e la scorza di limone, cuocere: 10', 100°, vel.1. 
Nel frattempo a parte pesare e miscelare la farina, zucchero e sale. Trascorsi i 10', aprire il boccale e versare tutti insieme gli ingredienti secchi, miscelare: 30'' vel. 4-5, finchè l'impasto non si stacca dalle pareti. Mettere il misurino e lasciar riposare. Ogni tanto fare andare per pochi secondi a vel. 5. Dopo circa 15' aprite il boccale e lasciate finire di raffreddare - io ho tolto solo il misurino e l'ho messo fuori dalla finestra... 


Quando, riposizionando il boccale, si illumina solo la lucina dei 37°, aggiungere l'uovo e fare amalgamare a vel. 5. 
Mettete quindi l'impasto in una sac a poche con il beccuccio a stella. 
Scaldate due dita d'olio in un padellino non molto grande: per sapere se è pronto fate la prova stecchino, cioè se appoggiando uno stuzzicadenti si formano le bollicine tutte intorno, è pronto. 
A questo punto spremete l'impasto direttamente nell'olio caldo, tagliando con il coltello quando raggiunge la lunghezza di 10-15 cm. Friggere a fuoco medio finché non saranno dorati, girando solo una volta. Scolare su carta assorbente, quindi ripassarli nello zucchero semolato e servirli. 
Non smetterete di mangiarne finché no ne rimarranno più...


E soprattutto non si può resistere all'attesa 
- soprattutto dopo averli già assaggiati - 
mentre mamma continua a fare le foto... 
eccola la manina.... 

PS: Consigli per la frittura. Vi ho consigliato un padellino piccolo perchè ho visto che è stato ideale per questa frittura. Il tempo di buttare tutti i churros nell'olio il primo è quasi pronto da girare e poi uno dopo l'altro pronti da tirare fuori. Avrete così tempo da dedicare ai prossimi senza bruciare o perdere di vista i primi.
Se nella sac a poche rimane un po' di impasto tiratelo fuori e fate dei rotolini con le mani e friggeteli. Sembreranno grissini, ma il sapore è identico e non avete sprecato l'impasto :-) 
Ho usato carta da cucina, ma potete riutilizzare la carta del pane ... ottima! 

Alla prossima! 
Maria Luisa :-) 

2 commenti:

  1. Io li farò sicuramente!!!! Bacio

    RispondiElimina
  2. ho la ricetta da anni e non mi decido a farli...mi stai dando lo start up tu però! buonissimi, un bacio

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...