cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

giovedì 21 marzo 2013

Torta zebrata e l'arrivo della primavera!



Cosa c'entra la torta zebrata con l'arrivo della primavera? 
C'entra perchè la zebra è a strisce perchè correndo confonde i suoi predatori, le strisce bianche e nere si alternano e non permettono di mettere bene a fuoco l'obiettivo. E se poi sono tante.... 
Così mi sembra che i giorni corrono, oggi è già primavera, ma è travestita da zebra: siamo un po' confusi! Piove piove, e poi vento freddo... della primavera ancora nulla! Solo gli uccellini provano ad ogni raggio di sole a cinguettare... Così ho provato anch'io nel mio piccolo e... ho messo dei fiori colorati sulla finestra della mia cucina e sul mio balcone. Sperando che non torni freddo, freddissimo, ma vedere questi fiori sul davanzale della finestra mi fa stare di buon umore! 


Era da tantissimo che vedevo in giro torte con effetto zebrato, ma non avevo ancora realizzato come fare. Se anche per voi è così, eccovi le indicazioni per procedere. 
Ho visto delle foto pubblicate su Facebook, ma di quelle che girano sul web senza riferimenti precisi, e ho provato subito. Peccato averla persa di vista, perchè come tante cose che girano su FB, tutto mordi e fuggi, se ti capita a tiro bene, se scarichi subito la foto meglio: se non ci pensi subito è finita, potresti non "rintracciarla" mai più! E questo è successo a me... per fortuna avevo "fotografato" il meccanismo... 
Il segreto per creare l'effetto zebrato è creare dei cerchi concentrici alternando impasto bianco al nero, creando effetto sasso nello stagno. 
Io ho utilizzato la dose da plum cake che trovate qui. A impasto ottenuto ho messo in una ciotola 220 gr circa del totale e aggiunto 25 gr di cacao amaro. Con l'aggiunta del cacao l'impasto si indurisce un po': aggiungere quindi latte q.b. per farlo tornare morbido come prima, meglio se un po' di più. 
Quindi in una teglia rotonda - con questa dose va bene una teglia da 20 cm di diametro - versate al centro un mestolo di impasto bianco. Al centro versate un cucchiaio di impasto al cacao. Aiutatevi col cucchiaio per allargare il cerchio e al centro dell'impasto al cacao versate un cucchiaio di impasto bianco. E così via fino ad esaurimento di entrambi gli impasti. Otterrete così l'effetto sasso nello stagno come potete vedere dalla foto sotto. Infornate e cuocete come da ricetta. 
Quando la torta sarà fredda, spolverate con zucchero a velo. 


Non volevo aspettare di rifarla per fare la foto alla torta intera... rischierei di non pubblicarla mai. Siccome ci vuole un po' di pazienza, ho preferito prepararla quando almeno i bambini erano già a nanna. Sfornata, ho pensato di fare la foto la mattina. Ma la mattina era già stata "azzannata" da mio marito che si alza per primo e non potevo sottrarla poi anche ai bambini a colazione... non mi andava di mettermi a fare le foto con gli occhi ancora semichiusi... e così ho finito per fotografare l'ultima fetta che sono riuscita a sottrarre ai tre uomini di casa.... Però spero di aver comunque reso l'idea:-) 

Alla prossima!
Maria Luisa:-) 

2 commenti:

  1. Ma è bellissima amica mia! :D Troppo carino l'effetto zebrina! :D Complimenti.. e quei fiori danno davvero una carezza al cuore.. speriamo davvero che la nuova ondata di maltempo non porti freddissimo. Ti abbraccio con affetto e bene, tesoro! Un bacio!! :D

    RispondiElimina
  2. Non vedo l'ora che arrivi questa benedetta primavera non se ne può più di pioggia e freddo. Hai reso perfettamente l'idea e per un attimo avrei voluto stare lì il mattino e gustare quell'ultima fetta. Complimenti è venuta benissimo. :)
    Rosalba

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...