cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

venerdì 14 settembre 2012

"Mi fici i buttigghi", cioè, la conserva di pomodori - col l'aiuto del Bimby


Bentrovati a tutti!:-) 
Non vi avevo salutato partendo per la Sicilia, pensando realmente di riuscire a collegarmi e postare le tante ricette che mi ero riproposta di condividere con voi. 
Invece quest'anno, quasi inaspettatamente, quasi per magia, le vacanze sono mutate. Stessa spiaggia, stesso mare... ma da quando è nato Riccardo - in estate - e poi la gravidanza di Alessandro l'estate successiva, e poi ancora entrambi piccoli, e poi sempre piccoli.... quest'anno, come per magia, non li ho quasi sentiti! E mi sono goduta nuovamente la spiaggia libera, i bagni, le nuotate, tutti i giorni, di mattina, di pomeriggio, con rientro solo quando era talmente buio che non si poteva rimanere oltre..... 

Sullo sfondo le isole di Alicudi (sx) e Filicudi (dx)
Sono riuscita gli ultimi giorni ad avere una chiavetta per collegarmi e complici alcuni giorni di temporale che ci ha impedito di andare al mare, ho deciso di tornare per scoprire le novità pubblicate dai miei food blogger preferiti, scoprendone piacevolmente altri, che mi hanno fatto tornare la voglia di ricominciare. Ma il mare era troppo vicino per rimanere attaccati al computer e d'estate i bambini non sono contenibili in quattro mura. 
Così ricomincio oggi, al secondo giorno di scuola dei miei piccoletti. Questi sono loro ieri. Riccardo al primo giorno di seconda elementare più emozionato di Alessandro che ha iniziato la prima!:-) 



Sono anche tornata a leggere sotto l'ombrellone, che con due bambini piccoli pieni di energia, avevo dimenticato cosa fosse negli ultimi anni. 
Così, pensando a questo post, ho ripensato a quello che "diceva" un personaggio di "44 Scotland Street", di A. McCall Smith, che mi va di condividere con voi:

"....ho la sensazione che abbiamo assistito allo smantellamento della civiltà, mattone dopo mattone, e ora ci ritroviamo di fronte al vuoto. Pensavamo di liberare le persone da una situazione culturale opprimente, mentre in realtà le privavamo di qualcosa, cancellavamo la civiltà e le attenzioni. ... Pensavamo che le tradizioni fossero sbagliate.... mantenendo il popolo nell'arretratezza. In realtà, non facevamo altro che affermare la comunità e il senso di appartenenza reciproca delle persone. Ci amiamo e ci rispettiamo davvero di più in assenza di tradizioni, buone maniere e tutto il resto? Oppure ci siamo semplicemente trasformati in estranei l'uno all'altro sul piano etico...?" .... "Lo so che si potrebbe sostenere l'esatto contrario di quanto ho appena detto. Lo so che si potrebbe sottolineare che ci sono stati progressi morali di ogni tipo...

Parlare di tradizioni per un "anticonformista" come me... potrebbe sembrare strano, anche a me stessa!  

Tuttavia, certe tradizioni, come quelle legate alla conserva di prodotti stagionali, sono legate a ritmi naturali che sono andati avanti per secoli e hanno un loro perchè. Sono le nostre radici che ci permettono di guardare con più sicurezza e leggerezza al futuro. Sono testate! Ricominciare sempre tutto da capo è troppo faticoso e/o non sempre abbiamo certezza del risultato.

Tutti i problemi legati all'alimentazione "evoluta" degli ultimi decenni ci mettono di fronte al fatto che bisogna tornare ad una "normalità", riscoprire la stagionalità dei prodotti, l'importanza di mangiare frutta e verdura che non abbia subito troppi trattamenti, riscoprire che anche i pesci hanno una loro stagionalità... 
Perdere tutto questo in nome di "un'evoluzione alimentare" che ci permette di avere sempre tutto in tutte le stagioni - poco importa quanti km hanno fatto per arrivare sulle nostre tavole e come sono stati coltivati e soprattutto che sapore hanno - vuol dire allontanarsi da un mondo che ci dovrebbe appartenere sempre, perché viviamo alimentandoci, e alimentandoci bene ci permette di vivere meglio in salute. 

E allora decido che non rinuncio alla tradizione di preparare la conserva di pomodori perchè il pensiero di trascorrere l'intero inverno ad acquistare la passata di pomodoro mi mette tristezza. E tanto basta per inchiodarmi in casa due mezze giornate a riempirmi la dispensa di bottiglie e barattoli di vetro tenuti da parte durante la stagione invernale - uno dei modi diretti per riciclare il vetro!:-) 

La tecnologia poi mi ha permesso di "licenziare" anche mio marito. Da quando ho il Bimby non aspetto più il ritrovo di famiglia. Preparo la conserva a casa mia, per conto mio, il giorno che mi va, qualche giorno prima delle ferie o qualche giorno dopo. 
Ma se riuscite a mantenere la compagnia è di certo più divertente!:-)

E condivido il mio metodo con voi, facile e veloce, che utilizzo da anni con successo! 
In questo modo potete preparare la vostra conserva anche se abitate in un monolocale al centro di una grande città. 

Ingredienti:
pomodori maturi
sale
basilico

attrezzi necessari:
contenitori di vetro (bottiglie o barattoli)
una padella grande (per preparare la polpa)
un pentola capiente (per cuocere la passata)
mestoli
imbuto
vecchi giornali o pubblicità 

Lavate accuratamente i barattoli e le bottiglie - magari il giorno prima. 
Acquistate i vostri pomodori preferibilmente da qualcuno di cui vi fidate, o bio, anche spendendo qualche centesimo in più - ne vale la pena. 
I pomodori devono essere sodi e maturi. Lavateli tutti, almeno un paio di volte. 
Se non vi sembra troppo impegnativo, tenete da parte l'acqua utilizzata per lavare i pomodori  e  utilizzatela per innaffiare per quel giorno qualche pianta sul vostro terrazzo! 
Tagliate in quattro i pomodori, togliete il torsolo e i semi se non li gradite, e metteteli nel boccale del Bimby. Quando il boccale sarà pieno, chiudete con il coperchio e frullate: 15'' vel. 8-9. Otterrete così una passata a crudo che polverizza anche la pellicina e gran parte dei semi. 



Versate nel pentolone e cominciate a far cuocere. Continuate così, aggiungendo sempre il passato nella pentola fino a che, a pentola piena, la passata non avrà raggiunto la consistenza che desiderate avere per le vostre preparazioni. Se i pomodori non sono troppo acquosi necessitano di una cottura di circa 30' - 40' al massimo.  
Aggiungete un pizzico di sale e a piacere del basilico. 



Quando la passata è pronta preparate i vostri giornali per avvolgere i barattoli. Lasciate il fuoco acceso al minimo, affinché possa continuare a mantenere il calore e riempite uno per volta i barattoli o le bottiglie, chiudete col il loro tappo e avvolgete immediatamente nel giornale. 



Disponete quindi le bottiglie in orizzontale in una cassetta o in un cartone, uno accanto/sopra l'altro. Quando avrete finito coprite con un telo o una coperta e lasciate "finire di cuocere" per almeno un paio di giorni. A quel punto "scartate" e riponete la vostra conserva in dispensa. 

Se invece volete preparare la polpa, utilizzate preferibilmente pomodori che si riescono a "spellare" facilmente, in modo da togliere il meno possibile. Quindi tagliate la vostra polpa e cuocete in una larga padella finché non evapora la parte acquosa in eccesso. Procedete quindi come sopra per imbottigliare. 
Tenete la pellicina da parte e frullatela nel Bimby tutta insieme alla fine. Avrà la consistenza di un concentrato di pomodoro. Aggiungetela alla passata o anche alla polpa. 



Quando preparerete il vostro ragù o la vostra pizza benedirete quel giorno che avete deciso di farvi questo grande regalo per la vostra dispensa invernale!:-) 

Alla prossima!:-)






19 commenti:

  1. Ma che cuccioli dolcissimi! Dagli un grosso bacio da parte mia! :) E sono proprio contenta che tu ti sia goduta il mare come da tanto non facevi: noi ti aspettavamo ugualmente e di fronte alle onde e al riposo.. direi che il pc poteva aspettare :) Ti abbraccio cara, la tua conserva è qualcosa di splendido.. una semplicità molto speciale! Bentornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, bello trovare questa accoglienza al ritorno dalla vacanze. Passo a trovarti presto, volevo dedicarti un po' di tempo per leggere il racconto del fornaio!:-) baci

      Elimina
  2. Stupendo questo post! A parte i due principini che sono già degli ometti, tutto il post è bellissimo! Condivido in pieno il bisogno di ritorno alla normalità alimentare! Anni fa le buttighie le facevamo anche noi, adesso per vari motivi sempre meno fino a quest'anno che non ne abbiamo fatte. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti è tornata la voglia neanche un po' a vedere che si possono fare in maniera così semplice! Dai dai.. che si riparte!:-)

      Elimina
  3. Hai fatto bene a goderti il mare con i tuoi meravigliosi bambini ed è giusto che adesso si torni alla normalità anche perchè mi sa che ad Albano stamattina fa freddo (ho appena parlato con mia suocera) e questo ti aiuta ad accendere forno e fornelli. Anche io preparo la mia conserva di pomodoro con il mio inseparabile e insostituibile bimby!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ad Albano oggi è stato freschetto e riaccenderò presto il forno per la gioia di tutti! Tuttavia questa conserva l'ho fatta in pieno caldo, credo il 10 agosto, perchè avevo due cassette di pomodori da smaltire prima di partire per le vacanze al mare... ma ne è valsa assolutamente la pena! Ti raccomando, fatti sentire se vieni ad Albano e ci vediamo, anche solo per un caffè!:-)

      Elimina
  4. Ciao, bello il tuo blog! A me piace molto leggere in spiaggia, ma sono una mozzarella e devo star attento che dopo una pagina e mezza mi scotto come un aragosta! Servisse poi a divenire piu scuro, ma niente, si torna bianchi... Con due bambini é incredibilemche tu ci sia riuscita, complimenti!
    La salsa! La faccio da quando ero bambino con i miei genitori, in cantina. Per me é sempre stato un trauma, mio padre prendeva piu di due quintali di pomdori e si lavorava dalla mattina prestissimo, tipo le cinque, fino a tarda notte, quando mettavamo un bidone con tutte le bottiglie al centro del cortile, non con la bombola a gas come fa ora, ma con la legna che alla fine, spenta ma ancora ardente accoglieva i cartocci con le patate che cucevano piano piano e si mangiavano dopo con uha spruzzata di olio e sale. Mangiare mi piaceva un sacco, ma per il resto mi strmava! Alla fine, dopo anni però, certe cose si apprezzano di piu, vero? Tornerò a trovarti, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesco. Pure per noi era così, e da piccola vivevo la giornata della conserva di pomodori come una punizione divina! Come vedi la tecnologia aiuta certe volte anche a mantenere le tradizioni! Basta volerlo.

      Elimina
  5. You have a wonderful little boys! Greetings!
    Your blog also like it! Since I love Italian food, many years prepare a special tomato sauce. Soon we will publish it on my blog!
    Greetings! See you soon!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks a lot Bety. I had a look also on your blog and you have a fantastic blog too. See you soon!

      Elimina
  6. :-)))) Il titolo già dice tutto! :-D
    Comunque hai fatto bene a rilassarti totalemnte questa estate, si deve stacare ogni tnato, altrimenti come si fa ad andre avanti?
    ma davvero tu lasci "cuocere" le bottiglie in quel modo?
    E' un metodo interessantissimo?
    Quanto tempo durano così senza andare a male?
    un bacione
    Ago

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durano anche due anni. Mai buttata una bottiglia!:-) Prova!

      Elimina
  7. Madonna che carica da post vacanza che hai!!!
    :)
    Anche mia madre quest'anno mi ha fatto la passata TUTTA con il Bimby eliminando la macchinetta maledetta e chiamandomi per ringraziarmi di averglielo fatto comprare :)
    Questa dei giornali però mi è nuova...a presto per un caffè?
    Bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volentieri per il caffè, next week. Questo metodo lo usiamo da almeno 6-7 anni e funziona benissimo! E soprattutto è comodo se magari hai comprato o ti hanno regalato troppi pomodori e devi utilizzarli per forza... in poco tempo fai anche solo una bottiglia di conserva senza stare a pensare che devi metterla a bollire. Prova!:-)

      Elimina
  8. brava conserviera! Di Alexader McCall Smith conosco più Precious Ramotswe e Isabel Dalhousie, quindi grazie per la segnalazione. Io faccio confetture e marmellate e non penso mai al pomodoro...magari faccio un salto da te e ti chiedo una bottiglia in prestito ;-) baciuz

    RispondiElimina
  9. e se non riesci a passare, spero di averti dato l'input giusto per fare questa nuova esperienza, magari più impegnativa, ma ne vale assolutamente la pena!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Maria Luisa! che foto meravigliose!!! che paradiso terrestre! ti capisco benissimo sai? quando si ritrova il tempo per se stesse è una vera conquista e magia :-) non ho il bimby e la conserva la faccio ancora nel modo tradizionale, certo dev'essere un valido aiuto quell'elettrodomestico! a presto:-)

      Elimina
  10. Ciao Maria Luisa, seguo sempre il tuo blog che mi piace tanto.
    Non ho capito che intendi quando scrivi
    "aggiungendo sempre il passato nella pentola fino a che, a pentola piena la passata non avrà raggiunto la consistenza che desiderate", e poi le bottiglie non vanno messe a testa in giù per far creare il sottovuoto?
    Grazie, Pippy

    RispondiElimina
  11. Grazie!:-) In quella frase intendo che man mano che frullo i pomodori nel Bimby li aggiungo nella pentola - nel Bimby posso fare circa 1.5kg per volta, mentre la pentola ne può contenere 10. Quando la pentola è stata riempita lasciare finire di cuocere fino a che non raggiunge la consistenza desiderata. Questo perchè dipende da quanto ci piace densa la passata, dipende dall'uso che ne facciamo, e i tempi possono dipendere anche dai pomodori - ci sono pomodori più acquosi di altri e necessitano di cuocere più a lungo. Le bottiglie se messe in orizzontale va benissimo, perchè la conserva arriva al tappo ed è il calore che aiuta a metterle in sottovuoto. Il giornale in cui sono avvolte aiuta a mantenere il calore più a lungo e serve anche a non far sbattere le bottiglie l'una contro l'altra e a ridurre i danni nel caso se ne rompesse qualcuna. Inoltre messi una sull'altra si mantengono calde a vicenda. Spero di essere stata chiara, altrimenti fammi sapere. ciao:-)

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...