cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

giovedì 8 marzo 2012

Pesche dolci

La ricetta che pubblico oggi è stata per me una sfida! 
E sono piuttosto soddisfatta del risultato. 
E quando le cose vengono bene al primo tentativo 
non si può fare altro che migliorarle a quelli successivi e personalizzarle. 


Per questo colgo l'occasione dell'8 Marzo per dedicarla a tutte le donne! 
Alle donne che raccolgono le sfide e le portano avanti fino in fondo; che sanno far valere i propri diritti, che ci mettono la faccia, che dimostrano tutti i giorni di avere una marcia in più, che sfidano il mondo come solo loro sanno fare, che devono preoccuparsi di difendersi non solo dagli uomini, ma anche dalle donne!
E quest'anno aderisco alla campagna lanciata dal Quotidiano per ricordare Lea, Concetta e Giuseppina.
Ma soprattutto a chi questo coraggio manca e si sentono tranquille sono all'interno di quattro mura, facendosi "addomesticare" da uomini con rigurgiti di "nonnismo" da camerata. 
Per la maggior parte della vita saremo mogli, madri, lavoratrici e casalinghe... 
mi piacerebbe che ci ricordassimo che siamo innanzitutto "donne"! 
Se ce ne ricordiamo noi, gli altri non se ne dimenticheranno!:-) 
E adesso la sfida, che lancio anche a voi! 
Fare le pesche, buone, soffici.... provateci!:-) Di seguito la ricetta. 

La ricetta è quella di Paoletta di Anice&Cannella
L'avevo stampata con l'intenzione di provarla almeno 3 anni fa! 
Ehhh, ci vuole coraggio a fare certe ricette! 
A me il pensiero che dopo tanto lavoro potrebbero non avere un buon sapore mi inchioda! 
E dopo tre anni, mi sono ritrovato questo foglio tra le mani! 
Avevo tutti gli ingredienti in casa e quel giorno mi sentivo pronta per una nuova sfida!
Normalmente, quando provo una ricetta, soprattutto se mi ispira, tendo a seguire alla lettera le indicazioni. 
Magari la seconda volta personalizzo. 


Riporto quindi la ricetta di Paoletta, perchè così l'ho fatta, solo che l'ho bimbyzzata. 

Ingredienti
300 gr di Farina di Manitoba (ho usato Lo Conte)
30 gr di zucchero
15 gr di lievito di birra fresco
240 gr di uova (pesate col guscio)
75 gr di burro
(+ quello necessario per la formatura delle briochine)
3 gr di sale
60 gr di latte 

per lo sciroppo
160 gr di zucchero
105 gr di acqua
60 gr di alchermes
2 cucchiai di liquore strega 
(non l'ho messo perchè non ce l'avevo!)

per la crema alla crema al limoncello
150 gr di latte 
(previsto 200)
100 di crema limoncello 
(previsto 50 di limoncello)
1 uovo intero
75 gr di zucchero
40 gr di farina 00

Preparazione della pasta Brioche
mettere nel boccale del Bimby il latte e portare a temperatura ambiente: 1', 37° vel. 1. Aggiungere il lievito: 5'' vel. 3. 
Pesare la farina e tenerla da parte. Inserire il tasto antiorario e avviare la velocità 3. 
Con le lame in movimento inserire dal foro, alternando, le uova e la farina (tranne due cucchiai) fino ad esaurimento degli ingredienti. Quindi impastate: 2' vel. spiga.
Aggiungere il burro: 2' vel. spiga. 
Durante la lavorazione, quando vedete che il burro si è assorbito, aggiungere la rimanente farina. 
Lavorare l'impasto finché non si incorda e diventa liscio e lucido: 15' vel. spiga. 
L'impasto deve risultare morbido, ma non molle. 
Quindi nel caso aggiungete qualche cucchiaio di farina, facendola assorbire azionando sempre il tasto spiga. 
Lasciate l'impasto nel boccale a lievitare per circa 1 ora. 
Quindi preparare la palline. Le pesche che vedete dalla mie foto hanno un peso iniziale di 20-25 gr. 
Potrebbero quindi essere più piccole o più grandi, dipende dai gusti. 
Per fare le palline ungetevi bene le mani col burro e seguite il metodo della mozzatura, 
fotografato da Paoletta sulla sua ricetta che trovate qui.
Dopo aver pesato la prima vedrete che andrete ad occhio. 
Anche se fossero tutte un pò diverse la coppia la troverete di sicuro alla fine! 
Man mano che le preparate mettetele su teglie ricoperte da carta forno e 
lasciate lievitare ancora 1 ora e mezza. 
Infornate quindi a 180° per circa 10-15 minuti: 
il tempo di cottura può dipendere dalla grandezza. 

Nel frattempo preparate la crema. 
Mettete nel boccale tutti gli ingredienti e cuocete: 7', 90' vel. 4. Lasciate raffreddare. 
Quando saranno tutte pronte preparate lo sciroppo: mettete in un pentolino l'acqua e lo zucchero. Fate bollire circa 3'. Quindi lasciate intiepidire e aggiungete l'alchermes. 
Riporto quello che dice Paoletta: 
"...inzuppare le brioche. Farle leggermente sgocciolare e strizzando leggermente, affondare con le dita ogni pallina per dare una forma concava, quindi passarle nello zucchero". 
Quindi unire la crema e sistemare nei pirottini.  
Ho finito la decorazione con foglioline di menta raccolte dal vaso che tengo 
sul davanzale della finestra del mio piccolo regno sempre in movimento: la cucina! 


Buon Otto Marzo a tutte (i)!:-)








5 commenti:

  1. Semplicemente divine! Buona festa da donna libera ;)

    RispondiElimina
  2. viva le pesche della festa delle donne :)

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze! Simo, ho voluto pubblicarle oggi, ma già da ieri erano sparite, altrimenti ti avrei utilizzata volentieri come tester... più cucino e più spazzoliamo! Mi rimangono le foto da pubblicare insieme alla ricetta....

    RispondiElimina
  4. Anna Maria, una mia "seguace" fissa, dal primo giorno, mi manda questo messaggio via mail e ho deciso di pubblicare io il suo messaggio: "Ciao Maria Luisa, ho provato ben 2 volte a scrivere il mio commento sul tuo blog,......non ci sono riuscita! comunque te lo scrivo qui: bravissima Maria Luisa, anche questa volta hai fatto centro, come sempre del resto! Sono meravigliose a vederle, immagino a mangiarle; bello anche il tuo articolo sulle donne che condivido pienamente. AUGURI A TUTTE" Grazie Anna Maria

    RispondiElimina

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...