cos'è casa mia?

cos'è casa mia?

venerdì 21 febbraio 2014

Churros


Purtroppo per me ho visitato la Spagna sempre solo come piccola sosta..... e non va bene! Bisogna recuperare al più presto! 
Anche perchè dopo questi dolcetti, visti sul blog di Martina
mi è proprio tornata la voglia di andare a scoprire questo paese meraviglioso 
e di gustarne tutte le prelibatezze gastronomiche. 


I churros saranno pure cibo di strada, ma io che sono siciliana, il cibo di strada lo adoro... sarà, si, che abbiamo molto in comune con gli spagnoli... ma me ne sono subito innamorata! Appena visti, non vedevo l'ora di farli, potevo già sentirne il sapore. E finalmente li ho fatti e li condivido con tutti voi. 


Provateli subito, questo è il periodo giusto per le fritture no? 
A carnevale tutto è permesso. 
E accompagnate con cioccolata calda! 
Nel mio caso, ho saltato perchè erano le nove di sera e marito e figlio grande li hanno mangiati come snack guardando la partita - giustappunto Milan-Atletico Madrid... 
e con i churros chi poteva vincere???? 
ma capite che per me, da siciliana, è più facile preparare cibi spagnoli che cibi milanesi, 
senza nulla togliere alla bontà dei piatti tipici lombardi... 


Ingredienti: 
300 gr di acqua
40 gr di burro
una scorzetta di limone
200 gr di farina 00
1 cucchiaio di zucchero
1 uovo grande
1 pizzico di sale

olio di arachidi per friggere
zucchero semolato per ripassarli a fine frittura

Queste preparazioni le faccio sempre col Bimby, anche perchè questo impasto è tipo la pasta choux. Quindi metto nel boccale l'acqua il burro e la scorza di limone, cuocere: 10', 100°, vel.1. 
Nel frattempo a parte pesare e miscelare la farina, zucchero e sale. Trascorsi i 10', aprire il boccale e versare tutti insieme gli ingredienti secchi, miscelare: 30'' vel. 4-5, finchè l'impasto non si stacca dalle pareti. Mettere il misurino e lasciar riposare. Ogni tanto fare andare per pochi secondi a vel. 5. Dopo circa 15' aprite il boccale e lasciate finire di raffreddare - io ho tolto solo il misurino e l'ho messo fuori dalla finestra... 


Quando, riposizionando il boccale, si illumina solo la lucina dei 37°, aggiungere l'uovo e fare amalgamare a vel. 5. 
Mettete quindi l'impasto in una sac a poche con il beccuccio a stella. 
Scaldate due dita d'olio in un padellino non molto grande: per sapere se è pronto fate la prova stecchino, cioè se appoggiando uno stuzzicadenti si formano le bollicine tutte intorno, è pronto. 
A questo punto spremete l'impasto direttamente nell'olio caldo, tagliando con il coltello quando raggiunge la lunghezza di 10-15 cm. Friggere a fuoco medio finché non saranno dorati, girando solo una volta. Scolare su carta assorbente, quindi ripassarli nello zucchero semolato e servirli. 
Non smetterete di mangiarne finché no ne rimarranno più...


E soprattutto non si può resistere all'attesa 
- soprattutto dopo averli già assaggiati - 
mentre mamma continua a fare le foto... 
eccola la manina.... 

PS: Consigli per la frittura. Vi ho consigliato un padellino piccolo perchè ho visto che è stato ideale per questa frittura. Il tempo di buttare tutti i churros nell'olio il primo è quasi pronto da girare e poi uno dopo l'altro pronti da tirare fuori. Avrete così tempo da dedicare ai prossimi senza bruciare o perdere di vista i primi.
Se nella sac a poche rimane un po' di impasto tiratelo fuori e fate dei rotolini con le mani e friggeteli. Sembreranno grissini, ma il sapore è identico e non avete sprecato l'impasto :-) 
Ho usato carta da cucina, ma potete riutilizzare la carta del pane ... ottima! 

Alla prossima! 
Maria Luisa :-) 

lunedì 10 febbraio 2014

Torta Super Mario Bros per i 7 anni Alessandro ....


L'influenza è arrivata puntuale anche quest'anno, 
proprio a ridosso del compleanno del piccolo di casa... ed è sempre lui a beccarla! 
Tuttavia quest'anno è andata meglio... 
3 giorni a casa prima del compleanno e udite udite... 
sperava di poter tornare a scuola proprio per il suo compleanno... 
Per un compleanno il 6 Febbraio il rischio di ammalarsi è alto... 
ma noi abbiamo approfittato per decidere la torta, il biglietto d'invito, cosa preparare... 


E per la prima volta le idee sono state piuttosto "chiare"... 
torta del Milan, Mario Bros, Spiderman.... 
Ma quella ufficiale, per la festa doveva essere di Mario Bros...
 scelto il soggetto - grazie a questa foto - abbiamo proceduto alla preparazione del topper. 
Che dire: era felicissimo del risultato!
Per la prima volta è stato contento senza battere ciglio.... 


Ancora più felice di poter spegnere le candeline... 


E quella fiaccola... quanto gli piace giocare col fuoco!!! 
E che delusione quando l'ha vista spegnersi....

Foto di gruppo
Sul tavolo vedete anche le preparazioni salate: 
a destra il pan carrè (la ricetta la trovate qui), 
affettato e farcito tipo panettone gastronomico, ma in orizzontale. 
Potete farcirlo per tempo, avvolgerlo stretto nella pellicola, 
e tenerlo in frigo fino a qualche ora prima di servirlo. 
Quindi panini con i wurstel e pan brioche a forma di 7 ripieno di lattuga, tonno e pomodorini. 
La ricetta del pan brioche è qui.  




Mini donuts: ricetta qui


Barrette con Rice Krispies ai 3 cioccolati, come qui


Ferratelle, ricetta qui

Ritratto di famiglia (-1 fuggito dopo la foto di gruppo) 
Alessandro ama essere al centro dell'attenzione, sapere di non avere rivali, fosse solo per una foto... quindi che il fratello si fosse dileguato andava benissimo! 
Anche se poi vuole stare sempre in sua compagnia e non lo lascia andare neanche dai suoi compagnetti senza di lui... 
"perchè" - sostiene - "io è da quando sono nato che sto con lui, 
ormai mi sono abituato e quindi dobbiamo stare sempre insieme!" 

Sempre, sempre... 

Alla prossima! 
Maria Luisa:-) 

venerdì 7 febbraio 2014

Pangoccioli


Cos'è che ci spinge a imitare "creazioni industriali"? 
... non lo so'! Ve lo siete mai chiesti? 
Ci penso su un po'.....cos'è, cos'è???
Provo a buttare giù un'ipotesi... 
Forse la voglia di riprodurre quelle merende che dagli anni 70 in poi, una dopo l'altra, 
hanno affollato gli scaffali delle botteghe e poi dei supermercati;
quelle merende che hanno sostituito i ciambelloni fatti in casa, il pane con lo zucchero, il pane col pomodoro, la frutta secca, il pane con l'olio, la frutta in genere... 
Perchè erano una novità, erano sempre pronte, 
erano imbustate singolarmente, comode da portare anche a scuola. 
Più facile di così! 
E poi ne avevamo sempre di più, quindi non c'era che da scegliere... 
Qualche tempo dopo - troppo tempo dopo - ci siamo accorti del lato meno bello di tutto ciò.... 

E vabbé non c'è bisogno che vi elenco gli aspetti meno "buoni"... 
li conosciamo bene tutti... 
Siccome queste cose sfiziosette incontrano i gusti dei più.... siccome sappiamo che per quanto buoni sarebbe meglio sapere cosa ci mettiamo dentro... allora ci proviamo... ?

Il risultato....? straordinario! 
La rete ci permette di trovare e scambiarci informazioni per riprodurli a casa! 
E anche chi non ha mai fatto neanche un ciambellone ci prova... 
con un buon robot che aiuta si riesce a fare molto, e sempre meglio... 
e quando parti, non ti fermi più... 
e le merendine sugli scaffali li lasci lì, salvo in caso di emergenza! ... 
Non è neanche la prima volta che faccio "imitazioni" - dolci e salati. 
Vi invito quindi a provare i Tegolini, le Girelle, i Sofficini, i Bastoncini di Pesce, Pan Carrè, Soldini, Fette Biscottate. 


Ancora una volta, la ricetta è di Paola di Anice e Cannella, la mia guru in fatto di lievitati.... 
Avrò comprato i pangoccioli una sola volta, e li avevo subito bocciati.... 
per questo ci ho pensato molto prima di provarli... 
ma questi sono un'altra cosa... vale la pena provare, assolutamente! 
Riporto la ricetta per comodità. La lavorazione è versione Bimby.

Ingredienti per 13 pangoccioli
250 gr di farina 00
250 gr di farina Manitoba (io Lo Conte)
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
1 uovo
1 tuorlo
85 gr di zucchero
10 gr di sale
50 gr di burro
25 di strutto
75 di gocce di cioccolato (tenute in freezer) 
1 arancia, la scorza (io Contadini per Passione
1 cucchiaino di vaniglia
150 di acqua
115 di latte

per spennellare:
un tuorlo + poco latte

Procedimento. 

Nel boccale tritare la scorza d'arancia: 10'' vel. 8-9. Aggiungere 25 gr di burro e aromatizzare: 5', 70° vel. soft. Tenere da parte, cercando di pulire al meglio il boccale con un leccapiatti. 
Nel boccale mettere l'acqua e portarla a temperatura ambiente: 1' 37° vel. soft. Aggiungere il miele e il lievito: qualche secondo a vel. 2. Aggiungere 150 gr di manitoba presa dal totale: 1' vel. spiga. Posizionare il misurino e lasciar lievitare per 1h e 30'. 

  • A questo punto pesare la farina rimanente e miscelarla. Tenere da parte. 
  • Impostare 15' e far andare il Bimby a vel. spiga. 
  • Aggiungere metà del latte dal foro e subito dopo un cucchiaio abbondante di zucchero, quindi 2-3 cucchiai di farina finchè non vedete che l'impasto comincia ad incordare - deve cioè tendere a staccarsi dalle pareti. 
  • Ripetere l'operazione aggiungendo l'altra metà del latte, un altro cucchiaio di zucchero e altri 2-3 cucchiai di farina e lasciare incordare. 
  • Aggiungere l'albume, altro cucchiaio di zucchero e altri 2-3 cucchiai di farina e lasciare incordare ancora. 
  • Quindi un tuorlo, lo zucchero (dovrebbe essere l'ultimo cucchiaio) e qualche altro cucchiaio di farina per incordare. 
  • Procedere con il secondo tuorlo, il sale, e qualche cucchiaio ancora di farina per incordare. 
  • Finire di aggiungere tutta la farina rimasta e aspettare che incordi bene. 
  • Aggiungere il burro a pezzetti, poco per volta, il burro aromatizzato, lo strutto a fiocchi e la vaniglia per ultima. 
Un consiglio: i 15' devono bastare per fare tutti questi passaggi. Se perdete tempo, non so' a pesare, a preparare l'albume etc. approfittate per staccare il Bimby, per evitare che si scaldi troppo l'impasto, e soprattutto per evitare di dover andare anche oltre con i tempi. 

Alla fine del procedimento un po' caldo sarà, quindi vi consiglio di farlo freddare prima di aggiungere le gocce. Io l'ho tenuto sulla finestra per un po' visto che era freddo... 

  • A questo punto mandate a vel. spiga per 1' e aggiungete poco per volta dal foro le gocce di cioccolato.
Formare una palletta con l'impasto, mettetelo in un contenitore, copritelo e lasciatelo lievitare per 1h. 
A questo punto versate l'impasto sulla spianatoia spolverata leggermente di farina, e aiutandovi con una bilancia spezzate l'impasto in pezzi da 85 gr. Quelli che vedete sono di questo peso, ma credo che da 70 sarebbero ideali... 
Quindi formate le palline - guardate questo video per meglio capire come farle - e posizionatele su una teglia coperta con carta da forno. Spennellate con uovo e latte, coprite con pellicola e aspettate che raddoppino. Io li tengo dentro al forno, luce spenta. 
I tempi dipendono dalla temperatura che avete in casa. 
 


Quando saranno raddoppiati spennellate di nuovo e infornate a 180° finchè non saranno "abbronzati" (nel mio forno circa 20-25'). 
Sfornare, lasciare raffreddare, e conservare in un sacchetto per alimenti. Per qualche giorno rimangono soffici, ma se durano qualche giorno in più basta scaldarli leggermente e ritornano soffici come appena sfornati. 
In fondo, è la medesima modalità che le industrie propongono per quelle confezionate.... è il profumo che è diverso... sa di casa! :-)


Alla prossima! 
Maria Luisa:-) 

Potrebbe anche interessarti...

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...